Miss Chef, vince il piatto ‘Baccalà alla Bella Napoli’

0

MISS CHEF® è la prima competizione tra alcune delle migliori Chef Donne italiane con la proposizione, tutta in rosa, dei più rinomati menù della tradizione culinaria nostrana, tra ieri ed oggi, valorizzando il ‘Made in Italy’ delle eccellenze eno-gastronomiche, note ed apprezzate in tutto il mondo. Il Premio è stato ideato da Mariangela Petruzzelli, giornalista e autrice tv anche per la Rai, di origine napoletana, presidente e direttrice artistica del format. La quarta tappa del tour 2015/2016 di MISS CHEF® si è svolta il 27 gennaio a Napoli con l’elezione di MISS CHEF® Napoli 2016 in una location accogliente e rinomata, il ristorante ‘Casa tua al Duomo’, situato nel cuore pulsante della capitale partenopea, il suo antico e suggestivo centro storico, proprio vicino al Duomo, in via Dei Cimbri, n. 5/7/9.

Vincitrice del titolo MISS CHEF® Napoli 2016 è stata la bella e brava Lisa Buonocore, 46 anni, nativa del quartiere Fuorigrotta di Napoli, madre di due ragazze. Lisa ha trionfato con un ‘Baccalà alla Bella Napoli’, piatto gustoso a base di filetti di baccalà fritti dorati con capperi, peperoncino, prezzemolo e salsa di pomodorino del piennolo vesuviano con olive nere di Gaeta. Dopo la proclamazione Lisa ha affermato: «Sono molto emozionata e dedico la vittoria alle mie due figlie. Amo cucinare ed ho imparato, sin da piccola, seguendo mia nonna in cucina. Dopo varie esperienze lavorative anche all’estero, soprattutto a Parigi, tra due mesi, aprirò un ristorante tutto mio a Cava Dei Tirreni, facendo trionfare la cucina napoletana doc, secondo me, la migliore cucina al mondo». Protagoniste  della gara di MISS CHEF® Napoli 2016 sono state 4 Chef Donne professioniste, tutte napoletane, che si sono cimentate nella realizzazione di un piatto tipico della migliore tradizione partenopea tra innovazione e tradizione. Questi i nomi delle altre tre chef che sono state in gara: Maria Anna Accardo del ristorante ‘Osteria Antichi Sapori’-Napoli, la più giovane chef in gara avendo 28 anni, che ha gareggiato con la ricetta ‘Spaghetti 800 Napoletano’, spaghettini  con capperi, alici, pinoli tostati, vino bianco, mandorle e un tocco di zenzero; Maria Rosaria Canò, chef-executive  del ristorante ‘La via delle taverne’-Atripalda (Avellino) che ha concorso con il piatto risalente alla cucina del 1700 partenopea ‘Ravioli di Re Ferdinando alla carne di porco’, ravioli fatti a mano ripieni di uva passa, prosciutto crudo e capperi e braciole di carne di maiale con porro, patate a tocchetti, verza a julienne;  Stefania Piscopo del ristorante ‘Il gatto e la volpe’-Pozzuoli (Napoli) che ha presentato gnocchetti fatti a mano con castagne  e funghi porcini.

Share.

About Author